21 Heshvan 5780 - Martedi, 19 novembre 2019



È uscito l’ultimo numero di


La Terra d’Israele è del Popolo d’Israele Pubblicato il 19 November, 2019

marat-hamachpela

La Terra d’Israele è ‘un’eredità eterna’ data al ‘popolo eterno’ dal ‘D-O eterno’. Il nostro compito è quello di dichiarare con forza l’evidenza dei fatti, poiché questo è ciò che è scritto nella ‘Torà eterna’, ed allora tutti comprenderanno e concorderanno col fatto che non è possibile contestare il nostro possesso su questo paese, dato che anche le nazioni del mondo credono nella Torà.


Ogni Ebreo è uno “shalìach” Pubblicato il 18 November, 2019

Lo scopo della nostra esistenza è una missione preziosa, che D-O ha affidato alle nostre anime, nella loro discesa qui, nel mondo materiale in un corpo fisico. La parashà di Chayèi Sarà ci offre l’opportunità di comprendere il contenuto e l’eccezionalità di questa missione.


Illuminiamo il mondo Pubblicato il 17 November, 2019

Il servizio Divino di illuminare la dimensione materiale del mondo per mezzo delle mizvòt è proprio ciò che realizza l’intento stesso della creazione Divina, una dimora per D-O in questo mondo.


La capacità di sacrificarsi che porta Moshiach Pubblicato il 14 November, 2019

Il vero auto-sacrificio lo si fa senza calcolo. L’unica considerazione, l’unico pensiero è cosa D-O vuole e richiede da me in questo momento. In questo senso, l’Akedà fu il primo esempio di auto-sacrificio.


D-O appare ad ogni Ebreo Pubblicato il 13 November, 2019

D-O apparve ad Avraham, il primo Ebreo, ed ogni Ebreo ha ricevuto la sua eredità da nostro padre Avraham, e con essa la possibilità di meritare l’apparizione Divina. Questa possibilità è però, appunto, solo una possibilità, e per renderla attuale, l’Ebreo deve impegnarsi e desiderare questa rivelazione con tutto se stesso.


A volte la pressione è utile Pubblicato il 12 November, 2019

Quando un uomo pecca e giustifica il proprio peccato con diverse motivazioni,tutte queste pretese non sono che un velo esteriore, atto a coprire l’arroganza dell’istinto del male che ha preso il sopravvento sull’uomo. Se riusciamo a battere l’istinto del male e a sottometterlo, esse si dissolveranno allora da sole.


I “figli” che Sara allattò Pubblicato il 11 November, 2019

neonato

Qual’è il ruolo del popolo Ebraico rispetto alle nazioni del mondo? Qual’è la sua influenza? Da dove essa deriva? Nella parashà di Vayerà, nel miracolo che Sara, nostra Madre, meritò, con la nascita di suo figlio Isacco, il Rebbe trova le risposte a queste domande e ci comunica la forza contenuta in esse.

  


‘Ed io non sono che polvere e cenere’. Pubblicato il 10 November, 2019

La grandezza dell’attributo di benevolenza di nostro Padre Avraham proviene dalla consapevolezza della sua nullità. Impariamo da questa condotta di nostro Padre Avraham.


Perché chiedere una ricompensa? Pubblicato il 7 November, 2019

Tutta l’aspirazione della vita di Avraham Avìnu fu portare le creature a riconoscere il Creatore del mondo, e a questo fine D-O gli disse che avrebbe reso grande il suo nome, cosa che avrebbe di conseguenza ingrandito la gloria del Cielo.

 


L’Ebraismo inizia nei miracoli Pubblicato il 7 November, 2019

Il popolo d’Israele è un popolo che, nella sua essenza, va al di là della natura. Anche il legame fra l’Ebreo e D-O non è limitato dalla logica, nè dalla comprensione intellettuale. Esso nasce dall’essenza stessa dell’Ebreo, che è una parte di D-O Stesso!


La Terra d’Israele è del Popolo d’Israele Pubblicato il 7 November, 2019

A noi può sembrare che le nazioni del mondo contestino il nostro diritto alla Terra d’Israele, pretendendo che alcune delle sue parti non appartengano agli Ebrei. Ma le cose non stanno così. Dentro di loro, anche i gentili sanno che la Terra d’Israele appartiene agli Ebrei. D-O ha detto ‘alla tua discendenza l’ho data’; così stanno le cose!


I tesori sono nascosti proprio nella terra Pubblicato il 6 November, 2019

Come noi non avremo mai la possibilità di valutare l’abbondanza dei tesori naturali che si trovano nelle profondità della terra, così nessuno è in grado di figurarsi l’immensità dei tesori nascosti nel cuore dell’Ebreo.


Procediamo verso la meta Pubblicato il 6 November, 2019

Nonostante il Matàn Torà abbia già avuto luogo, noi non abbiamo ancora ricevuto la Torà nella sua interezza, con tutti i suoi segreti, poichè solo ai ‘Giorni di Moshiach’ meriteremo la rivelazione della Torà nella sua completezza. Per questo, noi ci troviamo anche ora nell’attitudine costante di adempiere al comando di Lech Lechà, di andare e procedere ogni giorno verso il grande fine della rivelazione della Torà nuova da parte del nostro Giusto Moshiach.


Il 7 di MarCheshvàn Pubblicato il 5 November, 2019

pioggia-odore-olfatto-1

La Chassidùt ci insegna come il 7 di MarCheshvàn, giorno in cui si inizia a pregare per la pioggia, indichi, nel suo significato interiore, una grande elevazione.


L’odissea di Avraham Pubblicato il 5 November, 2019

heaven-s-road-1080p-wallpaper-middle-size

Il percorso spirituale di una persona comporta il trascendere le proprie normali abitudini e modi di pensare, per arrivare a toccare il proprio nucleo essenziale Divino. Ed è questo il messaggio che il comando Divino, Lech Lechà, rivolto ad Avraham Avìnu, trasmette ad ogni Ebreo ed in ogni tempo, guidandolo nel suo servizio.