Kislèv, il mese dei miracoli Pubblicato il 2 December, 2018

L'andamento 'normale' del mondo è pieno di miracoli, che noi, ormai abituati, non riconosciamo. Solo quando vi è una rivelazione nuova, noi riconosciamo il miracolo. L'insegnamento della Chassidùt, la rivelazione della dimensione più profonda e segreta della Torà, permette nuove rivelazioni nella conduzione del mondo: un tempo di miracoli, che prepara alla rivelazione di Moshiach.

 Il mese di Kislèv ed il mese di Sivàn si assomigliano l’un l’altro. Entrambi costituiscono il terzo mese. Capodanno cade nel mese di Tishrei ed il mese di Kislèv è il terzo a partire da Tishrei; il primo dei mesi è il mese di Nissàn, ed il mese di Sivàn è il terzo a partire da Nissàn. Sia Kislèv, sia Sivàn sono il ‘terzo mese’.

      A Sivàn, nella Festa di Shavuòt, fu data la Torà al popolo d’Israele, sul Monte Sinài. Nel mese di Kislèv si è rivelata la parte interiore della Torà, la Chassidùt, quando l’Admòr HaZakèn uscì di prigione, il 19 di Kislèv, ed iniziò a diffondere l’insegnamento della Chassidùt.
Col Matàn Torà fu data tutta la Torà. Perfino la Torà di Moshiach, la quale è assai grande ed elevata, fu data già, al momento del Matàn Torà. Questa parte interiore della Torà, però, col Matàn Torà del mese di Sivàn, fu data in modo non manifesto. L’interiorità della Torà rimase nascosta e occulta e non tutti potevano avervi accesso. Solo col mese di Kislèv, la parte interiore della Torà si rivelò a tutti, solo allora essa venne resa pubblica, così da poter arrivare ad ogni Ebreo. Solo con la rivelazione del mese di Kislèv, ebbe inizio la ‘diffusione delle fonti’, la quale rappresenta la preparazione alla rivelazione di Moshiach.
La nuova rivelazione nella Torà, la diffusione dell’aspetto interiore della Torà, avvenne nel mese di Kislèv, mese nel quale risplende nel mondo una rivelazione nuova, quella dei miracoli.
L’andamento normale del mondo è pieno di miracoli. Tutte le leggi della natura non sono che miracoli del Santo, benedetto Egli sia, che dirige il mondo in modo così meraviglioso. La natura, però, è una rivelazione stabile, costante. Noi siamo abituati ad essa, e per questo non ci meravigliamo tanto, e non percepiamo il grande miracolo dell’esistenza del mondo.
Cos’è un miracolo? Un cambiamento nella conduzione normale del mondo. Quando si compie un miracolo, la direzione Divina del mondo si rivela in modo manifesto, ai nostri occhi. Tutti percepiscono e riconoscono il compiersi di un miracolo e lo riconoscono. Una rivelazione nuova, ecco cos’è un miracolo!
Il mese di Kislèv è il momento, nel quale si rivelò l’insegnamento della Chassidùt, una rivelazione nuova nella Torà. Ed è perciò, che in questo periodo avvengono nuove rivelazioni nella conduzione del mondo. Un tempo di miracoli. Nel mese di Kislèv vi fu il miracolo di Chanukkà, e, in un periodo successivo, quello del 19 di Kislèv, la diffusione dell’insegnamento della Chassidùt, che è preparazione alla rivelazione di Moshiach.

(Riassunto da ‘Likutèi Sichòt’, parte 1, pag. 75-76)

Lascia un commento

Devi essere registrato per pubblicare un commento.