Perchè abbiamo bisogno dei profeti? Pubblicato il 3 September, 2019

Come il popolo Ebraico ebbe bisogno, ad ogni passo, di Moshè Rabèinu, per procedere nel suo cammino, così, anche oggi, l'Ebreo, per seguire il giusto cammino, ha bisogno della guida della generazione, di colui che gli sappia trasmettere il messaggio Divino, relativo al momento presente, permettendogli di riconoscere la via della verità. (P. Shofetìm)  

       All’inizio del capitolo 7 di “Hilchòt Yesodèi haTorà”, il Rambam scrive: “È uno dei principi della nostra religione riconoscere che HaShem dà la profezia ad esseri umani.” Ciò significa che il credere nel fenomeno della profezia è uno dei principi della nostra fede. Bisogna notare, che il fenomeno della profezia che compare nelle varie generazioni, non è paragonabile a quello di Moshè Rabeinu. Se consideriamo che tutta la Torà è basata sulla rivelazione profetica che Moshè ebbe sul Sinai, il resto dei profeti non poté apportare alcuna innovazione alla Torà. Moshè fu il solo profeta la cui missione fu quella di insegnarci le mizvòt. Da Moshè in poi, “Ad un profeta non è concesso di innovare nulla!” Da ciò potrebbe sembrare, che la profezia abbia l’unico compito di farci conoscere cosa accadrà nel futuro. Per questo noi abbiamo bisogno di profeti? Perché ci dicano il futuro? E se non conosceremo i futuro, cosa succederà? Questo è un principio della nostra fede?!

       Molti grandi della Torà e della Chassidùt si sono occupati di ciò, ma, più che altro, per cercare di spiegare perché la profezia abbia un ruolo centrale nella nostra fede e non per chiedersi perché abbiamo bisogno dei profeti? Se guardiamo il Sefer haChinuch (Libro dell’Educazione) e vediamo che cosa dice a proposito della profezia, troviamo che, anche se il profeta non può innovare nulla, egli e la sua profezia sono necessari affinché la condotta del Popolo Ebraico sia in accordo con i desideri di HaShem. Nella mizvà n. 516, ‘di ascoltare il vero profeta’, il Libro dell’Educazione dice del fenomeno della profezia: “L’estremo livello che un uomo può raggiungere, è quello di ottenere la profezia, e pochissimi meritano ciò. Uno su decine di migliaia arriva a ciò e solo in una generazione, che ne sia degna. Per questo la Torà ci comanda che, se un uomo in una generazione raggiunge questo livello, noi abbiamo il dovere di ascoltare qualsiasi cosa egli ci dica di fare, poiché egli conosce la vera via; mettersi a discutere con lui è un  errore assoluto ed una mancanza nella conoscenza della verità.”

      Questo significa che il profeta è una specie di canale, che trasmette la parola di HaShem al Popolo Ebraico. Non la Torà stessa, in quanto essa fu già data sul Sinai; in ogni generazione, però, vi sono dei cambiamenti radicali nel mondo, che richiedono un nuovo approccio. Il mondo progredisce ed ogni generazione ha bisogno di nuove istruzioni su come la Torà vuole che noi rispondiamo alla nuova situazione. Noi abbiamo bisogno di qualcuno, nella generazione, che possa realizzare ciò. Non perché egli comprende, poiché la comprensione è una qualità umana, che ogni tanto è corretta e ogni tanto no. Quello che serve è qualcuno che dia un messaggio definitivo e, soprattutto, vero. L’Ebraismo è basato sulla verità assoluta. La verità assoluta è qualcosa, che nemmeno il più grande genio può impartire. Il massimo che egli possa fare è dare in apporto il suo ragionamento. La verità assoluta viene determinata attraverso la profezia. Solo un profeta in grado di percepire la Divinità può ricevere un messaggio diretto dall’Alto e guidarci sul giusto cammino.

       Questa idea compare anche nel ‘Sefer haIkrim’. Quando l’autore parla della profezia, egli mette in rilievo che, “La  profezia esiste per uno scopo: ammonire affinché si adempia alla Torà, alle mizvòt ed al servizio Divino e si facciano quelle cose che sono secondo il desiderio di HaShem.” Questo significa che il ruolo del profeta non è solo quello di ammonirci a seguire la Torà. Se si trattasse solo di ciò, i rabbini potrebbero senz’altro adempiere essi stessi a questo ruolo. Il ruolo del profeta è quello di dirigere il popolo in ogni generazione sulla strada che HaShem desidera. Per questo il ‘Sefer haIkrim’ fa notare che dire il futuro è solo un segno del profeta per convincerci del fatto, che egli è veramente un profeta, ma la sua funzione non è quella di dirci il futuro, di salvarci nelle battaglie o di avvisarci di un terremoto, che sta per verificarsi, ma quella di dirigere l’umanità ed il Popolo Ebraico nel giusto cammino.

     Nell’anno 5752 (1992), nello Shabàt della parashà Shofetìm, abbiamo sentito dal Rebbe un insolito discorso, nel quale il Rebbe parlò dell’inizio del compimento della promessa, “fa ritornare i vostri  giudici come in principio e i vostri consiglieri come in origine.” Il Rebbe disse che: “dobbiamo pubblicizzare a tutti i membri di questa generazione, che noi abbiamo meritato che HaShem abbia scelto e designato qualcuno, dotato di libero arbitrio, che è incomparabilmente superiore a chiunque altro, per essere “i vostri giudici” ed “i vostri consiglieri” ed il profeta della generazione, che ci insegnerà cosa fare e ci darà consigli riguardo al servizio di tutti gli Ebrei e di ciascuno di questa generazione, in ogni soggetto della Torà e delle mizvòt e nella vita quotidiana in generale… fino alla profezia principale, la profezia di “leAltàr l’Gheulà” (subito la Gheulà) e, immediatamente, “ecco, egli (Moshiach) arriva”. Il Rebbe disse che insieme a questo merito, ognuno di noi ha la responsabilità di accettare su di sé “i vostri giudici” ed “i vostri consiglieri” e di seguire i suoi ordini ed i suoi buoni consigli.

     In un mondo sottosopra come il nostro, quando potenti imperi cadono silenziosamente e le nazioni del mondo sono confuse, noi sentiamo una voce chiara, la voce della verità, la voce del Rebbe, che dice, “Il tempo della vostra Redenzione è arrivato.” Il Rebbe ci mostra la strada, non solo nella Torà e nelle mizvòt, ma anche, e forse soprattutto, in ogni questione personale. Il Rebbe ci guida attraverso un panorama continuamente mutevole, che cambia al passo vertiginoso delle ultime notizie, e prepara la strada verso la vera e completa Redenzione.

Lascia un commento

Devi essere registrato per pubblicare un commento.