3 Tishri 5781 - 21 Sep 2020 Mon

Un Pensiero al Giorno (HaYomYom)


Sabato                                     3 Tishrei, Shabàt Teshuva                                    5704

Kabalàt Shabàt inizia con Mizmòr leDavìd (pag. 131) e non Lechu....

Leggi Tutto

HaYomYom: Martedì, 6 Nissàn 5780 Pubblicato il 31 Marzo, 2020

Domenica                                                  6 Nissàn                                                5703 L’esperienza ha dimostrato che, con meno speculazioni, e con un lavoro dotato di ordine e fermezza, secondo la “gradevolezza” della Torà, “mano destra (che) avvicina e sinistra (che)respinge”, si è certi di arrivare a dei risultati, soprattutto in materie concernenti i fondamenti della nostra religione. 


La gioia di servire D-O Pubblicato il 31 Marzo, 2020

simcha 2

Con l’arrivo di Moshiach, entrando nell’epoca della redenzione, nessun Ebreo verrà lasciato indietro. Portare il mondo al suo stato desiderato, dipende dal contributo di ogni singolo individuo. Ognuno ha una certa dimensione, che solo lui può aggiungere.


Non restare mai senza fuoco Pubblicato il 30 Marzo, 2020

mizbeach esh

L’altare, sul quale deve ardere un fuoco perpetuo, allude al cuore dell’uomo. L’uomo deve far sì che il fuoco dell’amore per D-O e l’entusiasmo per la Torà ed i precetti ardano sempre nel suo cuore e non si spenga mai.


HaYomYom: Lunedì, 5 Nissàn 5780 Pubblicato il 30 Marzo, 2020

Sabato                                                     5 Nissàn                                                  5703 Nella Benedizione del Pasto, in Rezèi, dì baal hayeshuòt (“b”nella prima parola) u’vaal hanechamòt (“v” nella seconda parola). Mio nonno commentò il detto: “Non è il posto ad onorare l’uomo; è piuttosto l’uomo, ad onorare il proprio posto.” Il termine kavòd, ‘onore’ ha due implicazioni. Una è kavèd, ‘fegato’, come dice la […]


Matzà sorvegliata, fatta a mano Pubblicato il 29 Marzo, 2020

Conoscendo il valore e l’unicità della matzà sorvegliata, fatta a mano, ogni Ebreo si preoccuperà di averla sulla sua tavola la sera del Sèder di Pèsach, ed anche in tutti i successivi giorni della Festa.

  


Creare un legame Pubblicato il 29 Marzo, 2020

L’Ebraismo offre la possibilità di stabilire un legame fra il mondo materiale e quello spirituale. L’iniziativa che porta a ciò, però, deve venire da D-O e non dall’uomo. È D-O a darci gli strumenti per relazionarci a Lui, permettendoci in questo modo di elevare anche il nostro mondo. E questi strumenti sono i precetti. È il comando di D-O, e non la sua esecuzione da parte dell’uomo, a stabilire una connessione fra i due. Scegliendo di obbedire al comando, l’uomo conferma e rinsalda il legame.


HaYomYom: Domenica, 4 Nissàn 5780 Pubblicato il 29 Marzo, 2020

Venerdì                                                  4 Nissàn                                                   5703 Il servizio dell’uomo d’affari si divide in due categorie principali: 1)      Il servizio con se stesso: Mentre è occupato nei suoi affari, durante un momento libero, nel suo negozio o altro luogo di lavoro, egli deve studiare una Mishnà o due, o un capitolo di Tanya. Deve imparare a memoria qualche […]


HaYomYom: Venerdì, 2 Nissàn 5780 Pubblicato il 27 Marzo, 2020

Mercoledì                                             2 Nissàn                                                     5703 Anniversario della scomparsa di mio padre, il Rebbe (R. Shalom Dovber), che avvenne Sabato notte, il 2 di Nissàn, a Rostov, dove fu sepolto. Egli pronunciò il suo primo maamàr in pubblico, dopo la scomparsa di suo padre (il Rebbe Maharàsh), nel secondo giorno di Mezza Festa di Succòt, nel 5643 […]


HaYomYom: Sabato, 3 Nissàn 5780 Pubblicato il 27 Marzo, 2020

Giovedì                                                 3 Nissàn                                                     5703 Fra le sessioni regolari di studio di mio padre: una parashà del Pentateuco, con Rashi, ogni giorno; la recitazione del Tanàch a memoria – un capitolo di Torà, uno di Profeti ed uno di Agiografi; un capitolo di Mishnaiòt; una regolare sessione di studio profondo della Ghemarà – due pagine alla […]


Nissàn, il mese dei miracoli Pubblicato il 26 Marzo, 2020

Il mese di Nissàn, che stiamo per accogliere, ci insegna che l’Ebreo può scegliere di rimanere nei limiti della natura, dimenticando la sua essenza Divina, oppure può scegliere di rivelarla, scoprendo così, che nulla può opporsi o ostacolare la sua libertà, come nulla può limitare D-O Stesso. D-O, la Torà e l’Ebreo sono una cosa sola. La vera natura dell’Ebreo è miracolosa di per sè, e Nissàn ci aiuta a rivelarla.