Teshuvà Pubblicato il 26 September, 2017

Il servizio del pentimento e del ritorno a D-O si impone a noi in modo particolare in questo periodo dell’anno, nella sua massima estensione e profondità. È di fodamentale importanza, quindi, comprenderne la sua importanza ed il suo significato.


Perchè abbiamo bisogno dei profeti? Pubblicato il 21 August, 2017

Come il popolo Ebraico ebbe bisogno, ad ogni passo, di Moshè Rabèinu, per procedere nel suo cammino, così, anche oggi, l’Ebreo, per seguire il giusto cammino, ha bisogno della guida della generazione, di colui che gli sappia trasmettere il messaggio Divino, relativo al momento presente, permettendogli di riconoscere la via della verità. (P. Shofetìm)


‘Luce’ e ‘Buio’ Pubblicato il 7 June, 2017

images[48][1]

Luce e spirito sembrano opposti a buio e materia ed infinitamente più elevati di essi. Sarà quindi una grande sorpresa, scoprire che, proprio il mondo materiale è quello più vicino a D-O!


Il numero tre: la vera pace. Pubblicato il 26 April, 2017

Il numero uno rappresenta l’espressione più semplice del concetto di unità, eppure, è il numero tre a rappresentare la vera unità, un’unità che comprende in sè, inevitabilmente, la condizione per la vera pace.


Bitachòn Pubblicato il 6 March, 2017

Abbandonarci completamente a D-O, con assoluta fiducia e sicurezza del bene che, in ogni momento, ci deriva da Lui, ci porta ad un livello, dove i limiti della natura non hanno più presa sull’Ebreo, ed allora tutto può riuscire, e solo per il meglio. Vediamo come la storia di Purim viene a dimostrarci ciò, nel modo più evidente

 .


Da Yosèf il Giusto, impariamo cosa sia: Rabbi – Rosh Bnèi Israel Pubblicato il 29 December, 2016

D-O ha creato il Suo Popolo, come un corpo unico, alla cui testa ha posto lo Zadìk, il Rabbi – Rosh (Capo) Bnèi (dei Figli d’) Israel – Come il cervello, nel corpo umano, è collegato a tutti gli organi, dando loro vita, così il Rabbi è collegato e percepisce ogni singolo Ebreo e lo guida.


‘Ama il tuo prossimo come te stesso’ Pubblicato il 5 August, 2016

ahavat iasrael

Amare se stessi è un fatto naturale, che non occorre imparare, ma amare l’altro, anche quando non ci piace e ci da fastidio…!? Come può la Torà pretendere di comandare ai nostri sentimenti? La vera domanda, che dobbiamo porci, però, è: ‘Chi è, veramente, per noi, il nostro prossimo, l’altro Ebreo?


Simchà Pubblicato il 10 February, 2016

La Simchà, la gioia, non è solo una piacevole sensazione, che risulta dall’accadere di un qualche fatto particolarmente positivo. La gioia è la chiave capace di aprire la porta della Gheulà, è uno strumento di potenza eccezionale, quando rappresenta la consapevolezza del nostro legame con D-O

 .


Ahavàt Israel Pubblicato il 20 December, 2015

Ahavat Israel 3

Fra i principi fondamentali dell’Ebraismo si trova l’Ahavàt Israel, l’amore per i propri fratelli Ebrei, elemento indispensabile per la Redenzione. La Chassidùt ha approfondito e ampliato questo concetto, rendendolo comprensibile ad ognuno, così da poterlo vivere, sentire intimamente e mettere in pratica con tutti noi stessi.


Il tempo stimato per l’arrivo di Moshiach? Oggi! Pubblicato il 27 May, 2015

Noi viviamo un’epoca particolare, che ci vede protagonisti nel processo della Redenzione. La responsabilità e l’unicità del compito che ci è richiesto ci deve dare la forza di svolgerlo e di viverlo fino in fondo, fino a meritare la rivelazione finale, possa essa essere ‘oggi’ stesso!