Mordechài e Hammàn: bitùl contro arroganza Pubblicato il 20 March, 2019

Ogni Ebreo, non importa chi egli sia o quanto possa sentire della religione, possiede la qualità di abbandonarsi a D-O ed annullarsi davanti a Lui, poichè questa è una caratteristica naturale della nostra anima.


Lo scopo della creazione di ‘Maledetto Hammàn!’ Pubblicato il 20 March, 2019

L’enorme sete che, chi si pente e torna all’Ebraismo ed alle proprie radici (baal teshuvà), sente per la luce della santità, lo eleva fino a D-O Stesso, fino al punto dove anche il male è fatto per servire la santità e trasformarsi in bene.


La gioia di servire D-O Pubblicato il 18 March, 2019

simcha 2

Con l’arrivo di Moshiach, entrando nell’epoca della redenzione, nessun Ebreo verrà lasciato indietro. Portare il mondo al suo stato desiderato, dipende dal contributo di ogni singolo individuo. Ognuno ha una certa dimensione, che solo lui può aggiungere.


Creare un legame Pubblicato il 17 March, 2019

L’Ebraismo offre la possibilità di stabilire un legame fra il mondo materiale e quello spirituale. L’iniziativa che porta a ciò, però, deve venire da D-O e non dall’uomo. È D-O a darci gli strumenti per relazionarci a Lui, permettendoci in questo modo di elevare anche il nostro mondo. E questi strumenti sono i precetti. È il comando di D-O, e non la sua esecuzione da parte dell’uomo, a stabilire una connessione fra i due. Scegliendo di obbedire al comando, l’uomo conferma e rinsalda il legame.


La gioia del mese di Adàr Pubblicato il 17 March, 2019

Gioia e miracoli sono correlati. Come i miracoli rompono i limiti della natura, così la gioia ha la forza di spezzare i limiti. I miracoli di Purim e la gioia che accompagna tutto il mese di Adàr, però, hanno una qualità del tutto particolare.Vediamo perchè…


Collegati a D-O, al di là della logica Pubblicato il 15 March, 2019

cuore fuoco

Amalèk esercita la sua influenza sull’Ebreo in modo da fargli credere che tutto avvenga per caso. Egli gli impedisce di vedere la mano della Divina provvidenza che guida ogni cosa.


Ricorda cosa ti fece Amalèk Pubblicato il 15 March, 2019

Se la Torà ci ricorda il nostro dovere di non dimenticare il male che ci ha fatto Amalèk e quello di cancellare il suo ricordo da sotto i cieli, la Chassidùt ci insegna il significato interiore di ciò, e cioè come la distruzione di Amalèk sia una parte essenziale del nostro servizio Divino, giorno per giorno, anche oggi.


Adàr, un mese speciale! Il 7 di Adàr, un giorno speciale! Pubblicato il 14 March, 2019

Moshè Rabèinu e il popolo d’Israele hanno un legame speciale, che rivela la sua forza ed il suo potere, in ogni generazione. Ciò emerge in particolare nel mese di Adàr,nel quale cade l’anniversario, sia della nascita che della morte di Moshè.


Shabàt Zachòr Pubblicato il 14 March, 2019

Amalek 2

La guerra contro Amalèk esiste anche in campo spirituale, dentro ognuno di noi. Spiritualmente, Amalèk rappresenta tutto ciò che viene a raffreddare il nostro entusiasmo nel servizio Divino.


Comprensione e sottomissione Pubblicato il 14 March, 2019

Shema Israel

L’uomo serve D-O con la sua parte migliore, con le facoltà migliori della sua anima – le facoltà del suo intelletto, della sua comprensione. Tuttavia, quando uno serve D-O solo secondo la propria logica e le proprie emozioni, può arrivare a sbagliare. Il servizio intellettuale deve a essere una conseguenza della propria accettazione del giogo Divino.