3 Shevat 5778 - 19 Jan 2018 Fri

    Settimana di

    parashà Lech Lechà

Un Pensiero al Giorno (HaYomYom)


Sabato                                                   3 Shvàt                                                      5703

Torà Or fu stampata, per la prima volta, nel 5597 (1837) a Kopust (senza supplementi).....

Leggi Tutto

Si può sempre ritornare Pubblicato il 17 January, 2018

La possibilità dell’Ebreo di ritornare alla propria radice. all’unione col proprio Creatore, è illimitata, e questo è possibile verificarlo, paradossalmente, dalla storia delle piaghe che colpirono il faraone!


Affrontare Par’ò Pubblicato il 16 January, 2018

All’uomo è stata affidata la missione di fare di questo mondo una dimora per D-O, e ciò è possibile solo quando l’egocentrismo è annientato. Un arrogante egoismo, infatti, impedisce alla Presenza Divina di manifestarsi.


Bo – Vieni dal Faraone Pubblicato il 15 January, 2018

Andiamo alla scoperta della radice, da cui deriva il Faraone, il grande re dell’Egitto, potente e malvagio. Saremo sorpresi di trovare il suo corrispettivo, nel lato della Santità e ad un livello così elevato, da essere completamente al di là della nostra portata. Eppure…


L’essenza dello scopo della Creazione Pubblicato il 14 January, 2018

Dall’uscita dall’Egitto è possibile comprendere quale sia il nostro compito nel mondo, per attuare lo scopo della sua creazione.


Trasformare l”acqua’ in ‘sangue’ Pubblicato il 9 January, 2018

Per uscire anche oggi dall’Egitto, dai limiti e dalle ristrettezze, dobbiamo conoscere la via da percorrere. La Torà ce la insegna accompagnandoci passo per passo.


Dobbiamo sapere, che noi siamo nella Gheulà! Pubblicato il 3 January, 2018

Shemòt. I nomi dei Figli d’Israele, che scesero in Egitto, hanno un significato ed un valore del tutto particolari. Essi ci parlano di Gheulà, e ci insegnano il vero significato dell’esilio, un significato del tutto positivo, che sta a noi rivelare.


Shemòt Pubblicato il 1 January, 2018

Il nome di una persona serve alla sua comunicazione col prossimo: un dato ‘esteriore’ che serve a farsi riconoscere ed a relazionarsi con gli altri. Eppure, il nome ha un aspetto molto più profondo, quello dell’essenza stessa dell’anima…


‘Esodo’: ogni giorno, noi usciamo dall’Egitto. Pubblicato il 31 December, 2017

Ogni giorno, noi dobbiamo sentirci, come se noi stessi entrassimo, oggi, nell’esilio dell’Egitto, ed uscissimo da esso. Ma la condizione vera e reale dei Figli d’Israele, è quella di essere al di sopra dell’esilio. (Mayan Chai – p. Shemòt)


La vera vita Pubblicato il 28 December, 2017

33855[1]

La vita di Yacov fu una vita di connessione a D-O, capace di trascendere il suo ambito materiale. Egli condivise questa qualità, trasmettendola ai suoi discendenti, a tutti gli Ebrei di tutti i tempi. E la connessione alla Torà, che Yacov nutriva, è la fonte di vita per tutti i suoi discendenti in tutte le generazioni.


La grandezza di Yosèf Pubblicato il 25 December, 2017

I Padri e le tribù erano ‘pastori di greggi’, e si astenevano dalle faccende del mondo, che potevano disturbarli nel loro servizio. Yosèf, invece, era vicerè, occupato nei più disparati problemi di questo mondo, in un paese impuro come l’Egitto, eppure egli si mantenne completamente legato a D-O