16 Nisan 5779 - 21 Apr 2019 Sun

    Settimana di

    parashà Lech Lechà

Un Pensiero al Giorno (HaYomYom)


Mercoledì                                                  16 Nissàn                                              5703

         Secondo giorno di Pèsach; 1°dell'omer

La seconda sera di Pèsach l'ordine della preghiera,....

Leggi Tutto

Il lavoro dei “mattoni” dell’Ebreo Pubblicato il 29 December, 2018

In ogni particolare nella Torà si trovano necessariamente nascosti dentro significati interiori più profondi. Cosa nasconde il fatto che l’inizio della schiavitù sia passato in particolare attraverso la fabbricazione di mattoni? Cosa vi è di speciale nella fabbricazione di mattoni rispetto ad altri lavori?


Contare per nome Pubblicato il 27 December, 2018

stelle 3

L’intrinseco amore di D-O per il Popolo Ebraico funge da modello per l’amore dei genitori per i propri figli. Si tratta di un amore essenziale, che non è limitato né dal tempo né dallo spazio.


Alzare la propria mano Pubblicato il 27 December, 2018

dare

Non solo noi dobbiamo tenerci lontani da ogni parvenza di violenza contro il nostro prossimo, ma dobbiamo anche notare i bisogni degli altri e comportarci con loro con atti di bontà, in un modo che vada al di là della nostra inclinazione naturale.


‘Esodo’: ogni giorno, noi usciamo dall’Egitto. Pubblicato il 27 December, 2018

Ogni giorno, noi dobbiamo sentirci, come se noi stessi entrassimo, oggi, nell’esilio dell’Egitto, ed uscissimo da esso. Ma la condizione vera e reale dei Figli d’Israele, è quella di essere al di sopra dell’esilio. (Mayan Chai – p. Shemòt)


Dobbiamo sapere, che noi siamo nella Gheulà! Pubblicato il 27 December, 2018

Shemòt. I nomi dei Figli d’Israele, che scesero in Egitto, hanno un significato ed un valore del tutto particolari. Essi ci parlano di Gheulà, e ci insegnano il vero significato dell’esilio, un significato del tutto positivo, che sta a noi rivelare.


Moshè e Moshiah Pubblicato il 27 December, 2018

reb336[1]

I nostri Saggi dicono: “Moshè è il primo redentore ed egli sarà l’ultimo redentore”. Il significato di ciò non è che essi saranno la stessa persona, ma piuttosto che attraverso la forza di Moshè, Moshiach arriverà.


Il figlio grande e il figlio piccolo Pubblicato il 26 December, 2018

D-O ci ama

Essendo gli Ebrei figli di D-O ed essendo nel loro intimo, nella loro essenza, una cosa sola con Lui, D-O li ama di un amore che è al di sopra di ogni logica e di ogni motivo.


Il nome di D-O col quale noi veniamo redenti Pubblicato il 26 December, 2018

Con un Nome in particolare, D-O ci porterà fuori dal nostro esilio, nella Gheulà vera e completa, tramite il nostro Giusto Moshiach. Possa ciò essere immediatamente!


L’unione, come condizione per la Redenzione Pubblicato il 25 December, 2018

La divisione e la discordia colpiscono l’essenza stessa del popolo d’Israele. Quando i figli d’Israele tornano ad essere uniti, guadagnano il merito della scelta eterna di D-O e la Redenzione vera e completa.


Sfida, crescita e transizione Pubblicato il 23 December, 2018

Il ciclo di esilio e redenzione non è solo una circostanza casuale, ma un processo diretto dalla volontà Divina. D-O desidera che l’Ebreo raggiunga livelli più elevati nel suo servizio Divino e così gli pone davanti le prove dell’esilio, che lo costringono ad esprimere il suo potenziale spirituale più profondo.