HaYomYom: Venerdì, 14 Adàr 5781 Pubblicato il 26 Febbraio, 2021

Venerdì                                           14 Adàr 1, Purim Katàn                               5703

Tachanun non viene detto.

Mio nonno disse a mio padre: “Mio padre (il Zemmach Zèdek) scelse i maamarìm editi in Likutèi Torà fra 2000 maamarìm.

___ . ___

Domenica                                         14 Adàr 2, Purim                                          5703

Leggendo la Meghillà, noi leggiamo (8.11): laharòg ulehabèd, velaharòg uleabèd.

In 9:2, veish lo amàd bifneihèm, veish lo amàd lifneihèm. Quando diciamo “haigheret hazòt” e “igheret haPurim hazòt hashenìt”, noi agitiamo la Meghillà.
In Shoshanat Yakov: bruchìm kol hazadikìm. Shehecheyànu è detto anche prima della lettura della Meghillà del giorno.

Nella Meghillà scritta da mio padre, egli non mise i dieci figli di Hamàn in una colonna separata della pagina, e neppure cominciò ogni colonna con la parola hamelech (“il re”).

(Nel testo Ebraico, compaiono qui correzioni al testo di Torà Or, significative solo in Ebraico.)

Lascia un commento

Devi essere registrato per pubblicare un commento.