HaYomYom: Mercoledì, 20 Tamùz 5781 Pubblicato il 30 Giugno, 2021

Venerdì                                                        20 Tamùz                                           5703

Vi sono tre forme di itbonenùt (contemplazione, meditazione):
a)   Studio – meditazione: dopo aver compreso il concetto fino in fondo, uno medita sulla sua profondità, fino a che l’elemento intellettuale non risplenda davanti a lui.
b)   Meditazione prima della preghiera: essa è diretta a far sentire la vitalità del concetto studiato, in contrasto al sentirne solo l’elemento intellettuale, che risulta dallo studio – meditazione.
c)   Meditazione nella preghiera: permette di sentire ‘l’elemento Divino’, nel concetto studiato.

Sono questi, tre gradini nella scala della sensitività. È solo per la bontà che D-O ha verso di noi, che noi possiamo, occasionalmente, percepire il Divino in modo spontaneo, senza alcun servizio da parte nostra. Ciò accade in virtù dell’Essenza Stessa di D-O, che è compresa nell’anima. Per quel che riguarda, però, il servizio che deve derivare dai nostri propri sforzi, queste tre forme di meditazione sono indispensabili.

Lascia un commento

Devi essere registrato per pubblicare un commento.