11 Sivan 5784 - 17 Jun 2024 Mon

Un Pensiero al Giorno (HaYomYom)


Lunedì                                                      11 Sivàn                                                 5703

Dai discorsi di mio padre: Nel servizio Divino secondo la Chassidùt, sono compresi tutti i...

Read More »

.
Leggi Tutto

Perché chiedere una ricompensa? Pubblicato il 26 Ottobre, 2023

Tutta l’aspirazione della vita di Avraham Avìnu fu portare le creature a riconoscere il Creatore del mondo, e a questo fine D-O gli disse che avrebbe reso grande il suo nome, cosa che avrebbe di conseguenza ingrandito la gloria del Cielo.

 


HaYomYom: Giovedì, 11 Marcheshvàn 5784 Pubblicato il 26 Ottobre, 2023

Martedì                                                   11 Cheshvàn                                           5704 (A questo punto, nel testo Ebraico, appaiono delle correzioni a quanto scritto su Torà Or, riguardo la parashà della settimana, che sono significative solamente in Ebraico. Il traduttore). Il maamàr Patàch Elyahu ha delle note, che mio padre iniziò a scrivere nell’inverno del 5652 (1891-2).


I tesori sono nascosti proprio nella terra Pubblicato il 26 Ottobre, 2023

Come noi non avremo mai la possibilità di valutare l’abbondanza dei tesori naturali che si trovano nelle profondità della terra, così nessuno è in grado di figurarsi l’immensità dei tesori nascosti nel cuore dell’Ebreo.


“Una Torà nuova uscirà da Me” Pubblicato il 25 Ottobre, 2023

Con l’avvicinarsi della Gheulà, che ormai si affaccia alle porte, il Rebbe ci trasmette l’insegnamento, che ci viene impartito dal comando che D-O diede al nostro padre Avraham:”Lech Lechà”. Noi impariamo da qui qual’è il nostro compito oggi, quello di prepararci a ricevere il completamento del Matàn Torà, la rivelazione di tutti i segreti della Torà, che Moshiach porta con sé, nella rivelazione finale alla quale ci apprestiamo.


Lech Lechà Pubblicato il 25 Ottobre, 2023

Il viaggio che l’Ebreo intraprende nel mondo, quando si mette in cammino per seguire la strada che D-O gli indica, gli permette di adempiere al suo compito fondamentale: preparare il mondo stesso alla Rivelazione Divina. Questo viaggio necessita di preparazione, consapevolezza e completa dedizione, fino al punto in cui i limiti vengono superati, per la forza dell’Infinito che D-O gli dà, quando egli si unisce a Lui, annullando la propria volontà davanti alla Sua.


HaYomYom: Mercoledì, 10 Marcheshvàn 5784 Pubblicato il 25 Ottobre, 2023

Lunedì                                                    10 Cheshvàn                                           5704 L’Admòr HaZakèn era solito riferirsi all’Azilùt con “in Alto”. Si dice che, per l’intensa emozione, nello scrivere la parola, egli non potesse continuare oltre ad “Azi-“.


L’odissea di Avraham Pubblicato il 24 Ottobre, 2023

heaven-s-road-1080p-wallpaper-middle-size

Il percorso spirituale di una persona comporta il trascendere le proprie normali abitudini e modi di pensare, per arrivare a toccare il proprio nucleo essenziale Divino. Ed è questo il messaggio che il comando Divino, Lech Lechà, rivolto ad Avraham Avìnu, trasmette ad ogni Ebreo ed in ogni tempo, guidandolo nel suo servizio.


HaYomYom: Martedì, 9 Marcheshvàn 5784 Pubblicato il 24 Ottobre, 2023

Domenica                                                9 Cheshvàn                                            5704 Quando mio padre aveva quattro o cinque anni, andò da suo nonno, il Zemmach Zèdek, nello Shabàt Vayerà, e cominciò a piangere, chiedendo: “Perché D-O è apparso a nostro padre Avraham, e a noi non appare?” Il Zemmach Zèdek gli rispose: “Quando uno zadìk decide, all’età di novantanove anni, di doversi […]


Procediamo verso la meta Pubblicato il 23 Ottobre, 2023

Nonostante il Matàn Torà abbia già avuto luogo, noi non abbiamo ancora ricevuto la Torà nella sua interezza, con tutti i suoi segreti, poiché solo ai ‘Giorni di Moshiach’ meriteremo la rivelazione della Torà nella sua completezza. Per questo, noi ci troviamo anche ora nell’attitudine costante di adempiere al comando di Lech Lechà, di andare e procedere ogni giorno verso il grande fine della rivelazione della Torà nuova da parte del nostro Giusto Moshiach.


HaYomYom: Lunedì, 8 Marcheshvàn 5784 Pubblicato il 23 Ottobre, 2023

Sabato                                                    8 Cheshvàn                                              5704 Mizvà (precetto) contiene in sé il significato della parola zavta – “unione” “collegamento”. Chiunque compie una mizvà si unisce con l’Essenza di D-O, sia Egli benedetto, che impartisce quel comando. È questo il significato di “La ricompensa di una mizvà è la mizvà (stessa)”: l’unirsi all’Essenza dell’En Sof, Che ha impartito […]