8 Nisan 5784 - 16 Apr 2024 Tue

Un Pensiero al Giorno (HaYomYom)


Martedì                                                      8 Nissàn                                               5703

Ogni anima ha il suo particolare servizio, nel campo dell'intelletto e delle emozioni, in accordo...

Read More »

.
Leggi Tutto

HaYomYom: Martedì, 8 Nissàn 5784 Pubblicato il 16 Aprile, 2024

Martedì                                                      8 Nissàn                                               5703 Ogni anima ha il suo particolare servizio, nel campo dell’intelletto e delle emozioni, in accordo con la natura ed il carattere di quell’anima. È scritto: “Dai miei nemici Tu mi hai dato la saggezza”; dalle cattive tendenze, che uno scopre nei suoi tratti naturali, egli può divenire saggio e sapere come […]


I quattro bicchieri Pubblicato il 16 Aprile, 2024

La Torà usa quattro diverse espressioni per descrivere la redenzione del popolo Ebraico dall’Egitto, e i quattro bicchieri di vino che si bevono ogni anno, nella sera del sèder di Pèsach, corrispondono proprio a queste quattro espressioni. Anche nell’ultimo giorno di Pesach, durante la ‘Seudàt Moshiach’, si bevono i quattro bicchieri.


La ‘disgrazia’ che si rivela essere una benedizione Pubblicato il 15 Aprile, 2024

Ogni azione del Santo, benedetto Egli sia, qui nel mondo, è per il bene. Anche se talvolta sembra venga fatto alcunchè di non buono, alla fine si rivela che era per un buon fine.


HaYomYom: Lunedì, 7 Nissàn 5784 Pubblicato il 15 Aprile, 2024

Lunedì                                                       7 Nissàn                                                5703   Testo del Vayehì binsòa: vechirzòn kol amchà beit Israel. Il cognome dell’Admòr Ha Zakèn era Baruchovitch. Il cognome dell’Admòr HaEmzaì era Schneuri. Il cognome del Zemmach Zedek era Schneersohn.


HaYomYom: Domenica, 6 Nissàn 5784 Pubblicato il 14 Aprile, 2024

Domenica                                                  6 Nissàn                                                5703 L’esperienza ha dimostrato che, con meno speculazioni, e con un lavoro dotato di ordine e fermezza, secondo la “gradevolezza” della Torà, “mano destra (che) avvicina e sinistra (che) respinge”, si è certi di arrivare a dei risultati, soprattutto in materie concernenti i fondamenti della nostra religione. 


Il Nome di Moshaich Pubblicato il 14 Aprile, 2024

Alla domanda posta dai nostri Saggi: “Qual’è il nome di Moshiach?” essi rispondono “La zaraàt (lebbra) della Casa di Rabbi.” Questa è una cosa molto difficile da comprendere. Come può essere che il nome di Moshiach, colui che darà inizio alla Redenzione e che è associato quindi all’apice della vita e della vitalità, sia collegato alla zaraàt, che richiama la morte e l’esilio?


HaYomYom: Sabato, 5 Nissàn 5784 Pubblicato il 12 Aprile, 2024

Sabato                                                     5 Nissàn                                                  5703 Nella Benedizione del Pasto, in Rezèi, dì baal hayeshuòt (“b”nella prima parola) u’vaal hanechamòt (“v” nella seconda parola). Mio nonno commentò il detto: “Non è il posto ad onorare l’uomo; è piuttosto l’uomo, ad onorare il proprio posto.” Il termine kavòd, ‘onore’ ha due implicazioni. Una è kavèd, ‘fegato’, come dice la […]


HaYomYom: Venerdì, 4 Nissàn 5784 Pubblicato il 12 Aprile, 2024

Venerdì                                                  4 Nissàn                                                   5703 Il servizio dell’uomo d’affari si divide in due categorie principali: 1)      Il servizio con se stesso: Mentre è occupato nei suoi affari, durante un momento libero, nel suo negozio o altro luogo di lavoro, egli deve studiare una Mishnà o due, o un capitolo di Tanya. Deve imparare a memoria qualche […]


HaYomYom: Giovedì, 3 Nissàn 5784 Pubblicato il 11 Aprile, 2024

Giovedì                                                 3 Nissàn                                                     5703 Fra le sessioni regolari di studio di mio padre: una parashà del Pentateuco, con Rashi, ogni giorno; la recitazione del Tanàch a memoria – un capitolo di Torà, uno di Profeti ed uno di Agiografi; un capitolo di Mishnaiòt; una regolare sessione di studio profondo della Ghemarà – due pagine alla […]


Matzà sorvegliata, fatta a mano Pubblicato il 11 Aprile, 2024

Conoscendo il valore e l’unicità della matzà sorvegliata, fatta a mano, ogni Ebreo si preoccuperà di averla sulla sua tavola la sera del Sèder di Pèsach, ed anche in tutti i successivi giorni della Festa.