11 Sivan 5784 - 17 Jun 2024 Mon

Un Pensiero al Giorno (HaYomYom)


Lunedì                                                      11 Sivàn                                                 5703

Dai discorsi di mio padre: Nel servizio Divino secondo la Chassidùt, sono compresi tutti i...

Read More »

.
Leggi Tutto

HaYomYom: Lunedì, 11 Sivàn 5784 Pubblicato il 17 Giugno, 2024

Lunedì                                                      11 Sivàn                                                 5703 Dai discorsi di mio padre: Nel servizio Divino secondo la Chassidùt, sono compresi tutti i livelli… Il livello dei morti non richiede grandi spiegazioni. Esiste, però, anche, grazie a D-O, una resurrezione dei morti nel servizio spirituale. Un morto è freddo; non vi è nulla di più freddo dell’intelletto naturale, dell’intelletto […]


‘Luce’ e ‘Buio’ Pubblicato il 17 Giugno, 2024

images[48][1]

Luce e spirito sembrano opposti a buio e materia ed infinitamente più elevati di essi. Sarà quindi una grande sorpresa, scoprire che, proprio il mondo materiale è quello più vicino a D-O!


Se puoi – devi Pubblicato il 16 Giugno, 2024

Nelle nostre generazioni non ci si può più accontentare dello studio della Torà rivelata, ma è richiesto ad ognuno di noi di elevarci ad un livello più alto di santità e di studiare anche la Chassidùt, gli aspetti più profondi della Torà. Anche questo fatto è alluso dal candelabro.


HaYomYom: Domenica, 10 Sivàn 5784 Pubblicato il 16 Giugno, 2024

Domenica                                                10 Sivàn                                                  5703 L’Admòr HaZakèn rispose ad una persona, in yechidùt (udienza privata): “…Gli Ebrei sono chiamati lampade (neròt). Una lampada comprende un recipiente, lo stoppino, l’olio e la fiamma. Perché essa illumini, però, bisogna accendere la fiamma. Tu hai una buona lampada, ma ti manca ciò che l’accende. Colpendo con forza la pietra […]


HaYomYom: Sabato, 9 Sivàn 5784 Pubblicato il 14 Giugno, 2024

Sabato                                                     9 Sivàn                                                    5703 Il mondo necessita di un’atmosfera purificata. L’aria viene purificata solo da parole di Torà. Le parole della Torà costituiscono una protezione generale ed anche particolare, per ogni individuo. La divisione nei Sei Ordini della Mishnà, ai fini della loro memorizzazione, è intesa per “quando te ne vai per strada” (Devarim 6;7). […]


Un’autentica elevazione Pubblicato il 14 Giugno, 2024

L’Ebreo che dedica tutto se stesso a D-O ed alla Sua Torà, ha una possibilità di elevazione senza limiti, dal momento che egli si unisce a D-O, Che è senza limiti.


HaYomYom: Venerdì, 8 Sivàn 5784 Pubblicato il 14 Giugno, 2024

Venerdì                                     8 Sivàn, Issru Chag HaShavuòt                         5703  L’universo fisico è una commistione. Esso è un punto d’incontro (ghinunya), dove D-O si incontra (per così dire) con l’uomo, l’eletto fra tutte le creature; e, tuttavia, esso è anche ghinàt egoz, “un giardino di noci”, la cui parola egoz ha il valore numerico equivalente a chet, “peccato”. D-O […]


Unione nella particolarità Pubblicato il 13 Giugno, 2024

Ogni Ebreo ha in generale due caratteristiche: le caratteristiche che lo contraddistinguono quale membro del popolo d’Israele e le sue caratteristiche personali. La vera unione è composta dall’insieme delle due.


Chi può nascondersi da D-O? Pubblicato il 13 Giugno, 2024

Come è possibile nascondersi da D-O, la Cui gloria riempie tutto il mondo? Una possibilità esiste: quando l’Ebreo è orgoglioso, pieno di sé, di lui D-O dice: “Io e lui non possiamo abitare (insieme)”


HaYomYom: Giovedì, 7 Sivàn 5784 Pubblicato il 13 Giugno, 2024

Giovedì                                         7 Sivàn, 2° giorno di Shavuòt                          5703 Procedura per la congregazione, durante la benedizione da parte dei cohanim (pag. 268): Quando i cohanim dicono yevarechechà, si stia rivolti di fronte; quando i cohanim dicono Hashem, si giri la testa verso destra (che è la sinistra del cohen che pronuncia la benedizione). Quando i cohanim […]