9 Kislev 5783 - 03 Dec 2022 Sat

Un Pensiero al Giorno (HaYomYom)


Giovedì                                                 12 Kislèv                                                    5704

Baruch shepetarani (pag. 70) viene detto senza menzionare il nome di D-O o il Regno....

Read More »

.

La guerra dell’Ebreo Pubblicato il 7 Settembre, 2022

Per creare una dimora per D-O in questo mondo, l’Ebreo deve dichiarare guerra alla materialità del mondo, che occulta il Divino, e conquistarla. Egli deve anche sapere di avere la capacità di riuscire, poiché nel suo legame con D-O, fin dall’inizio egli è al di sopra del suo nemico.


“L’America non è differente”. Pubblicato il 27 Giugno, 2022

In quest’epoca, alle soglie della Redenzione finale, la Torà deve raggiungere ogni luogo, per preparare il mondo al rivelarsi in esso del Divino. Con questo scopo, il Rebbe Precedente arrivò in America, paese in cui, allora, mantenere un legame con l’Ebraismo, era considerato, del tutto impossibile; concetto che venne espresso con il detto: “L’America è differente!” E l’America, con l’opera del Rebbe, non solo è divenuta patria dell’Ebraismo e della Torà, ma anche luogo dal quale essa stessa viene diffusa in tutto il mondo!


L’espressione del bene interiore Pubblicato il 9 Gennaio, 2022

L’intento della creazione è che questo mondo materiale ed ogni suo elemento sia trasformato in una dimora per D-O, il che include anche quegli elementi che inizialmente si oppongono alle forze della santità. Alla fine, ogni aspetto dell’esistenza servirà ad uno scopo positivo.


Una cifra con sei zeri Pubblicato il 24 Aprile, 2012

Una giornata di lavoro come un’altra, il solito trantran, ma ecco, in un momento tutto può cambiare, ed inizia l’incubo. Questo fino a che…


Il contadino ed il rabbino Pubblicato il 23 Aprile, 2012

Uno era ignorante, a malapena sapeva leggere, l’altro era colto ed intelligente, ed aveva passato la sua vita a studiare. Il rabbino cercò in tutti i modi di aiutare il contadino ignorante, ma non si sarebbe mai aspettato che, alla fine, proprio quel contadino avrebbe aiutato il rabbino molto, ma molto di più!


I gioielli della regina Pubblicato il 23 Aprile, 2012

Tutto il regno era in subbuglio, per cercare i gioielli che la regina aveva perduto. Solo uno, solo lui, Rabbi Shmuel, se ne stava tranquillo e aspettava, proprio lui…. che li aveva trovati!


Il valore della semplicità Pubblicato il 23 Aprile, 2012

Stretti in un cerchio, con gli occhi chiusi, i chassidìm del Baal Shem Tov cominciarono a sentire un lontano e dolcissimo coro, che intonava Salmi. La magia crescente di quelle voci celestiali faceva pensare a degli angeli. Cos’era mai quella magia?