24 Av 5781 - 02 Aug 2021 Mon

Un Pensiero al Giorno (HaYomYom)


Mercoledì                                           24 Menachem Av                                       5703     

Una tradizione tramandata di Rebbe in Rebbe: Al tempo del noto conflitto (fra...

Read More »

.
Leggi Tutto

Mordechài e Hammàn: bitùl contro arroganza Pubblicato il 25 Febbraio, 2021

Ogni Ebreo, non importa chi egli sia o quanto possa sentire della religione, possiede la qualità di abbandonarsi a D-O ed annullarsi davanti a Lui, poichè questa è una caratteristica naturale della nostra anima.


Cosa ci insegna Purim oggi Pubblicato il 24 Febbraio, 2021

L’unione del popolo Ebraico e l’orgoglio col quale esso manifesta il proprio Ebraismo è ciò che lo ha salvato in passato ed è ciò che lo porterà oggi alla sua completa Redenzione.


Lo scopo della creazione di ‘Maledetto Hammàn!’ Pubblicato il 22 Febbraio, 2021

L’enorme sete che, chi si pente e torna all’Ebraismo ed alle proprie radici (baal teshuvà), sente per la luce della santità, lo eleva fino a D-O Stesso, fino al punto dove anche il male è fatto per servire la santità e trasformarsi in bene.


Purim Pubblicato il 21 Febbraio, 2021

Se il mondo riesce a farci dimenticare la Divinità, da cui tutta l’esistenza deriva e dipende e vuole imporsi ai nostri occhi, come realtà separata e indipendente, D-O fa in modo che questa stessa realtà venga a ricordarci e a farci riconoscere Chi è il Padrone del mondo. Quando, allora, noi torniamo a rivolgerci a Lui, iniziamo a vedere come i Suoi miracoli trasformino la natura stessa, cosicchè: “Per gli Ebrei fu luce, gioia, allegria ed onore”!


Ricorda cosa ti fece Amalèk Pubblicato il 19 Febbraio, 2021

Se la Torà ci ricorda il nostro dovere di non dimenticare il male che ci ha fatto Amalèk e quello di cancellare il suo ricordo da sotto i cieli, la Chassidùt ci insegna il significato interiore di ciò, e cioè come la distruzione di Amalèk sia una parte essenziale del nostro servizio Divino, giorno per giorno, anche oggi.


La vera forza Pubblicato il 23 Dicembre, 2020

Vi è una forza che può operare solo nei limiti della natura, e vi è una forza che li sovrasta completamente. Nella Gheulà, in ogni Ebreo si rivelerà questa forza illimitata, come D-O che, unito in un’unione completa con l’Ebreo, è illimitato. Quando, però, la Gheulà non è ancora rivelata ai nostri occhi, e i limiti che il mondo pone sembrano insormontabili, può l’Ebreo scoprire in sé questa forza e superare tutti i limiti? Impariamo da Yehudà.