19 Av 5781 - 28 Jul 2021 Wed

Un Pensiero al Giorno (HaYomYom)


Venerdì                                                19 Menachem Av                                      5703

Coloro che pregano con quattro paia di tefillìn, seguano questa procedura:

  1. Si...

    Read More »

    .

L’espressione del bene interiore Pubblicato il 28 Gennaio, 2021

L’intento della creazione è che questo mondo materiale ed ogni suo elemento sia trasformato in una dimora per D-O, il che include anche quegli elementi che inizialmente si oppongono alle forze della santità. Alla fine, ogni aspetto dell’esistenza servirà ad uno scopo positivo.


Due guerre, due insegnamenti Pubblicato il 27 Gennaio, 2021

Amalek

Muovere guerra contro il nostro Amalèk spirituale, e fare ciò con la forza di Moshè, produce un effetto che influenza ogni luogo, anche quello più lontano dalla santità, e ciò sarà a sua volta una fase nella preparazione per ricevere la parte più nascosta ed interiore della Torà, che sarà rivelata dal nostro Giusto Moshiach, presto, ai nostri giorni.


Bo – Vieni dal Faraone Pubblicato il 21 Gennaio, 2021

Andiamo alla scoperta della radice, da cui deriva il Faraone, il grande re dell’Egitto, potente e malvagio. Saremo sorpresi di trovare il suo corrispettivo, nel lato della Santità e ad un livello così elevato, da essere completamente al di là della nostra portata. Eppure…


Affrontare Par’ò Pubblicato il 19 Gennaio, 2021

All’uomo è stata affidata la missione di fare di questo mondo una dimora per D-O, e ciò è possibile solo quando l’egocentrismo è annientato. Un arrogante egoismo, infatti, impedisce alla Presenza Divina di manifestarsi.


L’essenza dello scopo della Creazione Pubblicato il 17 Gennaio, 2021

Dall’uscita dall’Egitto è possibile comprendere quale sia il nostro compito nel mondo, per attuare lo scopo della sua creazione.


Rompere l’ostinazione Pubblicato il 11 Gennaio, 2018

makat dam

Parò rappresenta l’ostinazione irrazionale, quella che porta l’uomo ad andare addirittura contro a ciò che il suo stesso intelletto e le sue stesse emozioni gli dicono di fare. Per superare questo tipo di ostinazione e non lasciare che prenda il sopravvento, noi dobbiamo utilizzare un’altra forma di ostinazione: un’ostinazione dalla parte della santità.