23 Shevat 5782 - 25 Jan 2022 Tue

Un Pensiero al Giorno (HaYomYom)


Venerdì                                                      23 Shvàt                                                  5703

Una volta, uscendo dalla sua stanza, all'Admòr HaZakèn capitò di sentire sua moglie dire ad...

Read More »

.
Leggi Tutto

Una duplice consolazione Pubblicato il 23 Luglio, 2021

Attraverso il suo servizio, l’Ebreo ha il potere di fondere insieme le due dimensioni di spiritualità e materialità, fino alla loro unione finale e definitiva, la duplice consolazione che si rivelerà col Terzo Tempio.


Supplicare D-O Pubblicato il 21 Luglio, 2021

Ogni Ebreo è caro a D-O quanto un figlio unico nato ai genitori nella loro vecchiaia. Proprio per questa vicinanza interiore, Egli ci concede favori che vanno al di là dei nostri bisogni e del nostro reale merito. Pregando, quindi, l’umiltà non deve solo caratterizzare il modo di rivolgersi a D-O, ma deve arrivare a permeare la persona stessa, nella sua interezza. Pregando, essa deve sentire con sincerità di star chiedendo un favore che non merita.