3 Tishri 5781 - 21 Sep 2020 Mon

Un Pensiero al Giorno (HaYomYom)


Sabato                                     3 Tishrei, Shabàt Teshuva                                    5704

Kabalàt Shabàt inizia con Mizmòr leDavìd (pag. 131) e non Lechu....

Leggi Tutto

Il messaggio del 12 e del 13 di Tamùz Pubblicato il 30 Giugno, 2020

Torah

L’Ebraismo è interamente costituito dall’esecuzione delle leggi della Torà che D-O ci ha dato sul Sinai. È quindi la Torà, e solo la Torà, a determinare cosa sia l’Ebraismo. Non è in potere dell’uomo dire che certe cose dell’Ebraismo siano obbligatorie, mentre altre non lo siano. Per questo, l’Ebraismo resta esattamente lo stesso, in ogni condizione, in ogni tempo ed in ogni luogo.


Da dove viene il Messia? Pubblicato il 30 Giugno, 2020

balak-donkey

Come è possibile che una parashà della Torà venga chiamata col nome di Balàk, un goi, oltretutto malvagio?! Il Messia prende origine dalla discendenza di Balàk! Questo, per insegnarci che è possibile trasformare il male, come ‘Balàk re di Moàv’, nel bene più eccelso, ‘il Regno della casa di Re David e del Re Messia’.


HaYomYom: Martedì, 8 Tamùz 5780 Pubblicato il 30 Giugno, 2020

Domenica                                                 8 Tamùz                                                5703 Noi troviamo che l’amore di D-O per il nostro padre Avraham, fosse principalmente affinché “….egli comandi (yetzavè) ai suoi figli ed alla sua famiglia…” Yetzavè ha qui il significato di “collegare (a D-O)”. Tutta la grandezza delle prove subite da Avraham, nel suo servizio Divino, non può essere paragonata al suo […]


Nulla ci può ostacolare Pubblicato il 29 Giugno, 2020

Durante il suo imprigionamento, in tutta quell’amara e terrificante esperienza, il Rayàz non si lasciò mai impressionare nè spaventare dalle dure prove e dalla minaccia che incombeva su di lui. Dal suo comportamento, riceviamo un insegnamento valido per ognuno di noi, in ogni momento della nostra vita.


HaYomYom: Lunedì, 7 Tamùz 5780 Pubblicato il 29 Giugno, 2020

Sabato                                                        7 Tamùz                                               5703 Mio padre disse: “Nella Chassidùt, ‘l’inizio è impiantato nella fine e la fine è impiantata nell’inizio’. È questo lo stato degli igulìm, ‘cerchi’, senza inizio e senza fine. Nonostante ciò, l’ordine è l’essenziale. Il Baal Shem Tov era metodico ed ordinato. Il Magghìd, il suo successore, insisteva sull’ordine. E mio bisnonno, […]


Bil’am confuta la pretesa di Lavàn Pubblicato il 28 Giugno, 2020

Balàk

Non c’è nessuna ragione per cui la vita materiale si possa frapporre tra l’Ebreo e D-O, in modo da separarli. Quando le occupazioni pratiche sono fatte con intenzione pura, per fare di questo mondo una dimora per D-O, non vi è in ciò alcuna discesa in senso spirituale. Anzi, al contrario, si tratta di una elevazione!


HaYomYom: Domenica, 6 Tamùz 5780 Pubblicato il 28 Giugno, 2020

Venerdì                                                      6 Tamùz                                               5703 Le mizvòt vengono attratte e favorite da quel tipo di mizvòt, che è chiamato makìf – letteralmente ‘circondante’, ‘avvolgente’. La zedakà (carità), per esempio, è una mizvà di questo tipo, generale, tanto che si usa riferirsi con questo termine  a tutte le mizvòt. Per questo motivo, è cosa giusta e raccomandabile dare […]


HaYomYom: Sabato, 5 Tamùz 5780 Pubblicato il 26 Giugno, 2020

Giovedì                                                      5 Tamùz                                               5703 Uno dei grandi chassidìm dell’Admòr HaZakèn, che gli era molto vicino, ebbe una yechidùt (udienza privata), durante la quale il Rebbe lo interrogò sulla sua condizione. Il chassìd si lamentò amaramente della sua situazione economica, che era ulteriormente peggiorata. Il Rebbe gli rispose: “Ciò che si richiede da te, è che tu illumini […]


HaYomYom: Venerdì, 4 Tamùz 5780 Pubblicato il 26 Giugno, 2020

Mercoledì                                                 4 Tamùz                                                5703 Un singolo chassìd o uno studente che dedichi il suo cuore, la sua mente e la sua anima alla Torà ed al suo rafforzamento, riesce in una grande città, in tutte le questioni concernenti la città, ad operare con un successo che trascende l’ordine naturale e ciò per merito dei nostri […]


HaYomYom: Giovedì, 3 Tamùz 5780 Pubblicato il 25 Giugno, 2020

Martedì                                                   3 Tamùz                                                  5703 Mio nonno disse: “Un gemito Ebraico derivante, che D-O non permetta, da una condizione materiale negativa, è anche una grande teshuvà (pentimento, ritorno); quanto più ancora, allora, un gemito proveniente da una condizione spirituale negativa, costituisce un’elevata ed effettiva teshuvà. Il gemito tira fuori l’Ebreo dalla profondità del male e lo […]