22 Heshvan 5782 - 28 Oct 2021 Thu

Un Pensiero al Giorno (HaYomYom)


Sabato                                                     22 Cheshvàn                                           5704

Uno degli insegnamenti del Magghìd di Mezrich, che l'Admòr HaZakèn udì, nel primo periodo che...

Read More »

.
Leggi Tutto

HaYomYom: Giovedì, 23 Adàr 1 5779 Pubblicato il 28 Febbraio, 2019

Domenica                                                  23 Adàr 1                                              5703 I Rabbini e gli studiosi di Torà sono chiamati gli “occhi della comunità” e “i capi di migliaia di Israele”, e quando la testa (capo) è sana, allora anche il corpo è sano.


HaYomYom: Mercoledì 22 Adàr 1 5779 Pubblicato il 27 Febbraio, 2019

Sabato                                                      22 Adàr 1                                               5703 Haftarà: Vayshlàch Ach’av Mio padre scrisse in uno dei suoi maamarìm: Per quel che riguarda la seudàt shlishìt (il terzo pasto del Sabato): l’allusione al verso, ‘oggi non ne troverete (la manna, e cioè, il pane di Sabato), ecc.’, significa solo che il pane non è richiesto al terzo pasto, ma qualcosa, noi la dobbiamo […]


HaYomYom: Martedì 21 Adàr 1 5779 Pubblicato il 26 Febbraio, 2019

Venerdì                                                      21 Adàr 1                                             5703 “Chassìd” è un termine antico, attribuito dai nostri Saggi ad Adamo. Esso descrive  perfezione e  superiorità nell’intelletto o negli attributi personali, o in entrambi. Nella dottrina chassìdica di Chabad, invece, l’appellativo ‘chassìd‘ si riferisce ad uno che riconosce il proprio carattere essenziale ed il suo livello nella conoscenza e nello studio della […]


HaYomYom: Lunedì, 20 Adàr 1 5779 Pubblicato il 25 Febbraio, 2019

Giovedì                                                      20 Adàr 1                                             5703 Il significato di avodà (servizio Divino, impegno, sforzo) non è sforzarsi che il servizio stesso sia vero; è piuttosto la verità di per sé ad essere un servizio, che anche “le unghie” (ossia la parte più marginale) siano vere. Perché ciò ti sorprende? (La Ghemarà stessa riporta che Moshè Rabèinu) “vide l’attributo della verità e si prostrò!”


HaYomYom: Domenica, 19 Adàr 1 5779 Pubblicato il 24 Febbraio, 2019

Mercoledì                                                  19 Adàr 1                                             5703 I chassidìm, anche quelli ordinari, avevano una profonda conoscenza e padronanza del Tanàch. Essi avevano un ordine cui erano abituati: dopo aver pregato Shacharìt, studiavano Mishnà; quindi, mentre ripiegavano il tallìt e i tefillìn, recitavano una determinata parte del Tanàch che era stato suddiviso, così da poterlo ripetere, fino alla sua conclusione, ogni tre mesi.


HaYomYom: Sabato, 18 Adàr 1 5779 Pubblicato il 22 Febbraio, 2019

Martedì                                                   18 Adàr 1                                                5703 Dopo aver bevuto del vino e mangiato dei sette frutti (della Terra d’Israele), la benedizione di chiusura termina con: veal prì hagafen veal haperòt, baruch…al prì hagafen ve haperòt (e non veal haperòt).


HaYomYom: Venerdì, 17 Adàr 1 5779 Pubblicato il 22 Febbraio, 2019

Lunedì                                                    17 Adàr 1                                                5703 Molti anni prima dell’imprigionamento dell’Admòr HaZakèn a Pietroburgo, nel 5559 (1798), egli comparve, una volta, davanti al pubblico e disse: “Nel Gan Eden viene percepita la preziosità di questo mondo: non solo gli Angeli del Servizio, ma anche le prime Emanazioni (nell’Azilùt, o Mondo dell’Emanazione, ogni esistenza è Divina, e, cioè, un […]


HaYomYom: Giovedì, 16 Adàr 1 5779 Pubblicato il 21 Febbraio, 2019

Domenica                                           16 Adàr 1                                                     5703    L’Admòr HaZakèn disse: “Le offerte per il Santuario comprendevano oro, argento e rame, ma non vi era nulla di luccicante, eccetto gli specchi presentati dalle donne, dai quali venne forgiato il lavabo e la sua base. Questo fu l’ultimo fra gli oggetti che furono costruiti per il Santuario, ma veniva […]


HaYomYom: Mercoledì, 15 Adàr 1 5779 Pubblicato il 20 Febbraio, 2019

Sabato                                         15 Adàr 1, Shushàn Purim Katàn                     5703 Av HaRachamim e Zidkat’cha non vengono detti. Prima di pronunciare la benedizione di hamozì, viene fatto una leggera incisione sul pane con il coltello, facendo attenzione, però, a non tagliarlo. Anche quando si dice il kidùsh sul pane, si dice savrì maranàn. È detto del Tempo A Venire: “Una pietra del muro griderà ed […]


HaYomYom: Martedì, 14 Adàr 1 5779 Pubblicato il 19 Febbraio, 2019

Venerdì                                           14 Adàr 1, Purim Katàn                               5703 Tachanun non viene detto. Mio nonno disse a mio padre: “Mio padre (il Zemmach Zèdek) scelse i maamarìm editi in Likutèi Torà fra 2000 maamarìm.