13 Adar I 5784 - 22 Feb 2024 Thu

Un Pensiero al Giorno (HaYomYom)


Giovedì                                                    13 Adàr 1                                               5703

Tachanun non viene detto a Minchà.

Mio padre disse: "Sono sicuro che quando...

Read More »

.
Leggi Tutto

HaYomYom: Giovedì, 13 Adàr 1 5784 Pubblicato il 22 Febbraio, 2024

Giovedì                                                    13 Adàr 1                                               5703 Tachanun non viene detto a Minchà. Mio padre disse: “Sono sicuro che quando un chassìd è nel beit hamidràsh (casa di studio) e studia o recita un maamàr di Chassidùt con altri, i miei padri ne sono riempiti di gioia; e la loro gioia è sufficiente a provvedere a quel chassìd, ai suoi figli ed ai figli dei figli, un’abbondanza di […]


Purìm Katàn Pubblicato il 22 Febbraio, 2024

La gioia di Purìm Katàn è gioia semplice e pura.

  


L’ “altare” resta sempre puro Pubblicato il 22 Febbraio, 2024

machazit hashekel

L’altare è la cosa principale del Santuario ed esprime la dedizione completa a D-O, la distruzione del proprio ego nel fuoco dell’amore per D-O. Qui, in questo posto, l’impurità non ha alcun potere! L’altare simbolizza l’essenza dell’anima di ogni Ebreo, il punto interiore di Ebraismo che è in lui, che non perde mai la sua purezza.


Il “Pastore di Fede” Pubblicato il 21 Febbraio, 2024

Quale fu la funzione di Moshè Rabèinu e quale fu il suo legame con il popolo Ebraico, e qual’è il compito della estensione di Moshè Rabèinu che esiste in ogni generazione, fino ad arrivare alla nostra ed al Moshè Rabèinu della nostra generazione? Il Rebbe ci accompagna nella conoscenza di questo legame fondamentale ed insostituibile, solamente attraverso il quale ci è possibile unirci a D-O.


HaYomYom: Mercoledì, 12 Adàr 1 5784 Pubblicato il 21 Febbraio, 2024

Mercoledì                                                12 Adàr 1                                               5703 È scritto: “Il dono dell’uomo espande la sua via e lo conduce davanti ai potenti.” Alcuni sono conosciuti per la loro sapienza o ricchezza. Ma “il dono dell’uomo”, quando un individuo, cioè, dà il suo “uomo”, ossia, si dedica e si occupa del rafforzamento dell’Ebraismo, allora, non solo ciò “gli espande […]


HaYomYom: Martedì, 11 Adàr 1 5784 Pubblicato il 20 Febbraio, 2024

Martedì                                                   11 Adàr 1                                                5703 Per quanto riguarda le kavanòt (‘intenzioni’ mistiche) nella tefillà (preghiera), è cosa nota ed accettata che: per coloro che, intellettualmente, non sono in grado di meditare su queste kavanòt (per mancanza di conoscenza, o perché non possono ricordare le relative kavanòt, durante la preghiera), è sufficiente tenere a mente una kavanà generale: che la propria preghiera sia ascoltata da […]


Moshè e Moshiach Pubblicato il 20 Febbraio, 2024

Noi dobbiamo ricordarci che vi è una “scintilla di Moshiach” in ogni Ebreo. La “scintilla di Moshiach” presente in ogni Ebreo richiama e riflette la “scintilla di Moshè” compresa in ogni Ebreo e il leader della generazione viene chiamato sia Moshè della generazione che Moshiach della generazione.


HaYomYom: Lunedì, 10 Adàr 1 5784 Pubblicato il 19 Febbraio, 2024

Lunedì                                                      10 Adàr 1                                              5703 Alla Birkàt haMazòn (benedizione del pasto), prima di lavarsi le dita, dì al naharòt Bavèl, lamenazèach binghinòt, avarchà, zè chèlek. Quando tachanùn non va detto, dì shir hamalòt beshùv, livnèi Korach, avarchà, zè chèlek. Dopo aver lavato le dita, dì vaidabèr elài.


Moshè santifica coloro che gli sono vicini Pubblicato il 19 Febbraio, 2024

Il ‘giusto della generazione’, il Moshè Rabèinu della generazione, emana la sua influenza su tutta la generazione, così come la testa aziona e vivifica tutti gli organi del corpo, e con tutto ciò, egli trasmette forze particolari a chi gli è vicino, ai suoi allievi e a coloro che seguono la sua via.


Tezavvè; la forza di Moshè Rabèinu è la nostra forza! Pubblicato il 18 Febbraio, 2024

L’amore assoluto di Moshè per il popolo d’Israele, l’unità dell’essenza della sua anima con quella di tutti gli Ebrei, di tutte le generazioni, è ciò che ci permette di superare qualsiasi prova, rivelando la superiorità della realtà Divina nel mondo, come nostra vera ed unica realtà!