18 Av 5781 - 27 Jul 2021 Tue

Un Pensiero al Giorno (HaYomYom)


Giovedì                                                18 Menachem Av                                      5703

L'Admòr HaEmzaì disse, citando l'Admòr HaZakèn: " L'Ahavàt Israel (l'amore per l'altro Ebreo) deve...

Read More »

.
Leggi Tutto

I Dieci Comandamenti Pubblicato il 31 Gennaio, 2021

Nella parashà di Itrò, la Torà narra della promulgazione della Torà da parte di D-O stesso, mentre in una successiva parashà, Vaetchannàn, il Matàn Torà è riferito, nella narrazione che Moshè Rabèinu ne fa. In questa ripetizione del racconto del Matàn Torà, è possibile trovare un insegnamento centrale riguardo tutta la Torà.


La vera forza Pubblicato il 23 Dicembre, 2020

Vi è una forza che può operare solo nei limiti della natura, e vi è una forza che li sovrasta completamente. Nella Gheulà, in ogni Ebreo si rivelerà questa forza illimitata, come D-O che, unito in un’unione completa con l’Ebreo, è illimitato. Quando, però, la Gheulà non è ancora rivelata ai nostri occhi, e i limiti che il mondo pone sembrano insormontabili, può l’Ebreo scoprire in sé questa forza e superare tutti i limiti? Impariamo da Yehudà.


Illuminiamo il mondo Pubblicato il 9 Novembre, 2020

Il servizio Divino di illuminare la dimensione materiale del mondo per mezzo delle mizvòt è proprio ciò che realizza l’intento stesso della creazione Divina, una dimora per D-O in questo mondo.


La posizione ferma dell’Ebreo Pubblicato il 6 Settembre, 2020

Quando si tratta di Torà e mizvòt, all’Ebreo è richiesto di essere fermo e deciso. La forza per ciò, può derivargli solo dall’amore, che unisce il popolo d’Israele, in virtù dell’anima Divina, che lega ogni Ebreo a D-O ed al suo compagno Ebreo, in un’unità inscindibile.


Perchè abbiamo bisogno dei profeti? Pubblicato il 20 Agosto, 2020

Come il popolo Ebraico ebbe bisogno, ad ogni passo, di Moshè Rabèinu, per procedere nel suo cammino, così, anche oggi, l’Ebreo, per seguire il giusto cammino, ha bisogno della guida della generazione, di colui che gli sappia trasmettere il messaggio Divino, relativo al momento presente, permettendogli di riconoscere la via della verità. (P. Shofetìm)


HaMelech ba sadè (‘il Re nel campo’) Pubblicato il 13 Agosto, 2020

il-re-nel-campo

La vicinanza di D-O al Suo popolo si esprime, in particolare, nel mese di Elùl, come risulta dalla suggestiva parabola dell’Admòr HaZakèn, del ‘re nel campo’.


Orgoglio Ebraico Pubblicato il 9 Agosto, 2020

sefer Tora

Se anche l’orgoglio non è, in genere, una virtù, quando si parla della fierezza dell’Ebreo, che segue la Torà a testa alta, distinguendosi in ciò da tutte le altre nazioni, si è certi di trovarsi davanti ad una qualità elevata ed indispensabile, che pone l’Ebreo nella sua giusta dimensione, là dove egli può e deve operare per il bene di tutto il mondo. (Parashà Reè)


Elùl e la teshuvà Pubblicato il 29 Agosto, 2019

La teshuvà riflette un grande e struggente desiderio di aderire a D-O, desiderio che aggiunge energia e vigore ad ogni aspetto del nostro adempimento della Torà e delle mizvòt.


Il ‘rabbino’ laico Pubblicato il 10 Maggio, 2018

Chaim Gutnick

La proposta di ricoprire la carica di rabbino della piccola comunità Ebraica di Hobart lasciò sconcertato Michael Hasofer, che si era appena trasferito lì. “Voi dovete capire … Io sono un laico, anzi, sono completamente ateo! Non ho alcun legame con questioni religiose. Sono l’ultimo che può farvi da rabbino, nella vostra comunità!” Ma a niente valsero le sue proteste. Fu da lì, che poi….


Per cominciare ‘faremo’, e poi ‘ascolteremo’ Pubblicato il 20 Maggio, 2015

Quando gli Ebrei dichiararono la loro completa sottomissione a D-O, dicendo ‘faremo e ascolteremo’, gli angeli legarono loro due corone.